un calice di ... codici a barre



Un paio di giorni fa, mi è capitato di imbattermi in una cosa veramente curiosa.
Avete presente i codici a barre? quelli che si trovano ormai appiccicati su tutti, o quasi, i prodotti che abitualmente compriamo, solitamente all'interno di grandi magazzini o supermercati ?
Beh, ora hanno anche una veste grafica.
L'indicazione al sito che li propone l'ho trovata su polkadot, un blog che parla di design, ed il sito in questione è bar code revolution, un gruppo di jap che ha lanciato quest'idea strepitosa....offrire codici a barre personalizzati :-)
Andando a vedere il sito, mi sono trovata di fronte ad un'infinità di varianti, divise per generi....andando alla voce °food and beverage, però ne ho trovato uno che ovviamente non poteva passare inosservato :: il codice a barre in veste di calice da vino.
L'idea mi è piaciuta molto, anche perchè solitamente in Italia non è visto di buon occhio il codice a barre sulle bottiglie .... così, però, potrebbe essere almeno simpatico, se inserito in modo non troppo invasivo sulla retroetichetta ... ovviamente su vini riservati al canale della GDO, dove la gestione delle scorte di magazzino è gestita tutta con i lettori di codici .

11 commenti:

kikka ha detto...

Lo trovo strepitoso, veramente un'idea fantastica....ho dato una sbirciatina al sito e ce n'è veramente per tutti i gusti......quello a forma di pomodoro è troppo carino :)
a presto ,kikka

alice e il vino ha detto...

°kikka:: hai ragione, veramente un'idea geniale...... :-)
ciaoooo bEtti

fradefra ha detto...

Sì, veramente carina, questa cosa. Bella segnalazione :-)

fradefra ha detto...

anzi, così interessante che ho deciso di citarti nel mio blog, nel post Codici a barre più carini.
Ciaooo

Gourmet ha detto...

Bella idea davvero cara Betti!!
Ma i Jap le pensano davvero tutte!!!
Farò subito un giretto nel sito...
Buona serata!

alice e il vino ha detto...

°fradefra:: ciaoooo, grazie della citazione :: ;-)

°gourmet:: bentornata ! ...vero, su certe cose sono imbattibili ... :)

max ha detto...

fantastico, si potrebbe fare il codice a barre anche in base al tipo di bicchiere da usare per il vino :-)

max
http://lapiccolacasa.blogspot.com

Sandra ha detto...

Ciao!Scusa se mi intrometto in questa discussione...con una domanda non proprio azzeccata,ma ho visto che parlavi di Malvasia e prosciutto carsolino...ma di dove sei?Perchè questi prodotti sono della mia zona... :)

gianpaolo ha detto...

Carino, però non capisco l'idea di business: perché uno dovrebbe dare loro tutti quei soldi (1500-2000 dollari) per farsi fare il codice personalizzato? Uno se lo può fare semplicemente da solo producendo il codice e ritagliandoselo. Basta avere a disposizione uno scanner di codice per verificarne la funzionalità (che comunque rimane limitata solo alla parte dove il codice è tutto intero).
Oppure mi sfugge qualcosa?

alice e il vino ha detto...

°max :: ... mi sembra un'idea carina .... ;-)

°sandra :: in effetti, diciamo che conosco molto bene quel territorio ..... ;-)

°gianpaolo :: hai ragione, ci si potrebbe provare ....
la cosa mi sembra comunque carina, se non altro per averla ideata e realizzata .... non trovi ?

Gianpaolo ha detto...

Giusto, carinissima davvero.
Ciao
Gianpaolo