peperoni e malvasia del lazio



....Quando vado al mercato, se c'è una cosa a cui non riesco proprio a sottrarmi nell'acquistarla...beh, sono i peperoni.
Adoro i loro colori sgargianti che emergono dai banchi dei baracchini del mercato.
Così li compro, per poi ritrovarmi a cucinare peperonate varie che immancabilmente mangerò quasi solo io ...
L'atro giorno però, non avevo molta passione di dedicarmi alla peperonata, così ho deciso di utilizzare un sistema molto facile e sbrigativo :: Peperoni alla piastra :)
Così ho preso i miei peperoni, li ho lavati e messi sulla griglia .. una volta bruciacchiati non ho dovuto far altro che spelarli e tagliarli a listarelle, il tutto completato da sale, aceto (poco), aglio e filetti di alici.
Ora, bisognava trovarci il vino giusto....e cosa se non una Malvasia Bianca del Lazio ?
La Malvasia del Lazio, appartiene alla stessa famiglia delle malvasie di cui ne ho già parlato a proposito della Malvasia Istriana, ed è da sempre coltivata sulle colline vulcaniche romane, nel cuore del comprensorio della zona di produzione del Frascati DOC.
E' un ottimo vino bianco di colore giallo dorato, dal sapore elegante e dagli intensi profumi

11 commenti:

sara ha detto...

ciao, ho scoperto questo blog un paio di giorni fa e l'ho trovato veramente molto bello e ricco di spunti interessanti.
Volevo solo dirti che, aprofittando della facilità nel trovare la Malvasia del Lazio (eh,eh,...:) ), ho subito sperimentato l'abbinamento.... veramente perfetto !
grazie,
a presto
sara

Kjaretta ha detto...

Anche io adoro il colore meraviglioso dei peperoni, soprattutto quando sono spellati, sembrano degli ibiscus polposi! Ma purtroppo e` una delle poche verdure che non digerisco, anche senza pelle. Il bello e` che mi capita di non digerirli una volta si e una no ,anche se sono fatti nello stesso modo . Forse dipende dagli abbinamenti. La prossima volta che tento di mangiarli cerchero` di farlo seguendo la tua indicazione.
Baci.

Kjaretta ha detto...

Anche io adoro il colore meraviglioso dei peperoni, soprattutto quando sono spellati, sembrano degli ibiscus polposi! Ma purtroppo e` una delle poche verdure che non digerisco, anche senza pelle. Il bello e` che mi capita di non digerirli una volta si e una no ,anche se sono fatti nello stesso modo . Forse dipende dagli abbinamenti. La prossima volta che tento di mangiarli cerchero` di farlo seguendo la tua indicazione.
Baci.

violacea ha detto...

Hai ragione, il colore dei peperoni è molto invitante,come tutti i colori dell'estate che è bellissima anche per il cibo, no?
Interessante l'abbinamento peperoni grigliati e malvasia bianca del Lazio,d evo provare...e a proposito di peperoni ho una ricettina di codesti frutti per la quale ho bisogno di una consulenza "doc"!
Un Bacione!!!

giovanni ha detto...

Ottimo l'abbinamento che hai proposto! Non conosco quella di Frascati, corro a cercarla.....
Bhè, sicuramente una delle zone più vocate è vicino a te (giusto?), dalle parti dell'Istria, ma se ne produce anche dalle mie parti, o quasi. Prova la Malvasia dei Colli Piacentini. Amo quella di Luretta.
A presto con un mio blog!

alice e il vino ha detto...

°sara :: ciao, grazie per i complimenti....mi fa molto piacere che tu abbia avuto l'occasione di sperimentare malvasia+peperoni :-) a presto

°kja :: ....beh, devo confessarti che anch'io non li digerisco sempre...anche se, fatti in questo modo sono solitamente più digeribili .... :: per la peperonata invece, basta aggiungere anche una patata .... prova e poi mi fai sapere :-)
un abbraccio

°viola :: ciaooo :-))) bentornata ....
baci ° baci

°giovanni :: devo assolutamente provarla....biologico, vero?
sul serio hai deciso di aprire un blog ? quando lo inauguri....?
quando sarai pronto avvisami ;-)
ciao bEtti

giovanni ha detto...

Ho conosciuto Felice Salamini (il titolare di Luretta) questa primavera, nella sua cantina: è veramente un bel personaggio, amante del vino e del suo mestiere. Ha un'ampia gamma di vini, tutti coltivati secondo un'agricoltura biologica, e presto, anche biodinamica. La cantina è spettacolare, nelle viscere di magnifico castello tra i vigneti. E, visto che ami come me le bollicine, ci ha fatto sentire una novità che uscirà forse il prossimo anno(prelevando la bottiglia direttamente dalle pupitres): un rosè, tutto pinot nero, molto interessante (la zona è particolamente vocata per quest'uva). Vedremo cosa ne uscirà. Anche lui ha delle grosse aspettative su questo vino!

Per quanto riguarda il mio blog, ci sto lavorando...La prossima settimana sarò in vacanza, e inaugurerò giurto al ritorno, con il racconto.
Ciao ciao

davide l. malesi ha detto...

E dire che sto a Roma. Ignoravo perfino che ESISTESSE una Malvasia del Lazio...

alice e il vino ha detto...

°giovanni :: ...ti ringrazio per la segnalazione, dalla descrizione che mi hai fatto dev'essere veramente una bellissima cantina....
buone vacanze ;-)

°davide :: ...spero di averti dato l'opportunità di cercarla... :-)
intanto, hai dato a me l'opportunità di trovarti :: tornerò presto a farti visita ...
ciao bEtti

kikka ha detto...

ciao Alice, mmmm adoro i peperoni
a presto

kikka

venanziomix ha detto...

io digerisco quasi tutto , anche i peperoni, il latte.e l'aglio e le cipolle, l'unica cosa che non digerisco : e' mangiare in fretta. allora non digerisco nulla. ciao e buona degustazione a tutti,tutti!!!