montevetrano


:: da bersi in compagnia di ::


"Il Montevetrano" è un vino rosso igt Colli di Salerno composto da Cabernet Sauvignon 60%, Merlot 30% e Aglianico Taurasi 10% . Nasce a pochi chilometri da Salerno nell'azienda agricola Montevetrano di Silvia Imparato.
Ormai un must dell'enologia italiana, il Montevetrano ha contribuito indubbiamente alla crescita esponenziale che i vini campani hanno avuto in questi ultimi 10 anni.
Un'idea, un sogno di alcuni amici, la meravigliosa Silvia Imparato e l'enologo Riccardo Cotarella, a dar vita ad un vino unico, meraviglioso.
Quasi impossibile trovarlo, sarà perchè ogni anno viene gratificato con il massimo del punteggi su tutte le guide (n.b.: 3 bicchieri gambero rosso '93-'95-'96-'97-'98-'99-'00-'01-'02-'03...), sarà anche per la politica commerciale aziendale, e perchè ovviamente ormai è una garanzia, e quindi viene già prenotato ancor prima di uscire.
Beh, allora posso considerarmi fortunata ad aver avuto il privilegio di assaggiarlo, grazie al regalo di un amico grande apassiionato che ci ha portato una bottiglia del '99.
Stupendo, dal color rosso rubino intenso, in bocca strepitoso ed interminabile....profumi di frutti rossi e poi, morbidissimo.
Gran vino veramente, non c'è che dire.
Etichetta molto semplice ed elegante, con un segno delicato di uva e pampini. A dimostrazione che un grande vino non ha bisogno di vestiti esagerati e chiassosi, come anche la comunicazione aziendale sul web è garbata e puntuale con la presenza anche di un forum, unico appunto, entrando ci si aspetta di trovare più immagini e fotografie in particolare delle bottiglie .

7 commenti:

violacea ha detto...

ma che bello! il vino di casa mia...buono eh il Montevetrano!
E se conoscessi Silvia Imparato ne rimmarresti terribilmente affascinata, è una persona davvero interessante che ho avuto il piacere di conoscere a una cena. La mia amica Megumi, presente con em alla cena, ne è rimasta rapita e vuole per la sua prossima visita in italia andare a trovarla in azienda. Che ne dici organizziamo una visita nei bei collii salernitani???
bacini

alice e il vino ha detto...

°viola:: ....wow, magariiiii ... dev'essere una donna veramente meravigliosa, ma come faccio a dirti di nooo ? ;-)

un bacio, bEttI

ester ha detto...

molto interessante questo vino campano, pensa che anch'io ho avuto la fortuna di assaggiarlo proprio di recente e condivido pienamente ciò che hai scritto.
bellissima la colonna sonora di billy holiday, una dele mie voci preferite !
ciao e complimenti !

rosso fragola ha detto...

bella l'etichetta, il vino è da assaggiare, provvederò.
Ciao Betti!

il maiale ubriaco ha detto...

Mi associo per appartenenza territoriale, bontà indiscussa e solidarietà. A parte tutto, è sempre un piacere leggerti. Ste-

Anonimo ha detto...

Cacchio sta a qualche km da casa mia e non lo conoscevo...

Anonimo ha detto...

Prodotto eccellente, ma vi è capitato di provare l'ultima annata in commercio? A mio modesto parere avrà bisogno di almeno uno o due anni di bottiglia, per ammorbidire i tannini. Non sarebbe allora il caso, visto il costo non proprio basso (tra i 50 e i 60 euro), di immetterlo sul mercato almeno un anno dopo, in modo da offrire un prodotto sicuramente più apprezzabile?